Articoli

Il rilancio dei distretti nella Regione Lazio

Roma, 6 luglio 2018 - Polo Didattico (Piazza Oderico da Pordenone, 3)


Scarica il programma del Convegno
Scarica la scheda di iscrizione
 

La funzione del Distretto nella vigente normativa è ben chiara e si può così sintetizzare:      

  • Garantisce la tutela e la promozione della salute secondo criteri di equità, appropriatezza, accessibilità e qualità dei percorsi sanitari e socio-sanitari e delle prestazioni erogate alla popolazione di riferimento;
  • Svolge un ruolo strategico, sia nella costituzione di reti assistenziali con baricentro territoriale, sia come facilitatore dei processi d'integrazione multiprofessionali e interdisciplinari;  
  • Assicura qualità e appropriatezza, sia delle prestazioni erogate dai professionisti (dipendenti e convenzionati) che dei percorsi di presa in carico; 
  • Garantisce, sulla base del profilo di salute della popolazione, della valutazione e analisi dei bisogni e dell'analisi dell'offerta, i servizi di accoglienza, i servizi di assistenza primaria e i percorsi di presa in carico, ciò anche mediante un'adeguata funzione di committenza interna ed esterna.

Nonostante le evidenti indicazioni previste dalla normativa, è da segnalare l'esistenza di modelli organizzativi e strutturali dei Distretti fortemente disomogenei fra le aziende sanitarie della Regione Lazio, che rendono tali funzioni difficilmente realizzabili con conseguente depauperamento delle risorse assegnate che potrebbe compromettere il futuro dell'assistenza territoriale con ripercussioni sull'intero "Sistema Salute".

Le decisioni regionali degli ultimi anni, che hanno visto l'avvio delle Case della Salute e rilevanti modifiche nell'offerta dell'assistenza primaria, sono state un importante avvio di un processo di cambiamento, che necessita di una forte accelerazione, mettendo insieme tutti i fattori trainanti il cambiamento.

L'obiettivo di questo Convegno è quello di mettere insieme le migliori proposte per rendere possibile un cambio di marcia all' inizio di questa legislatura. Incontrarsi  e confrontarsi è da sempre lo strumento ideale per rendere operative le necessarie modifiche operative e di indirizzo, volte ad assegnare al Distretto il ruolo di "Struttura Aziendale di sanità pubblica", capace quindi d'innovare le organizzazioni e rendere possibile una risposta esaustiva ai bisogni di salute, attraverso un approccio  proattivo di presa in carico delle persone, di partecipazione e di prossimità.


La partecipazione è gratuita.
È gradita la conferma con l’invio della scheda di adesione compilata via e-mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Programma 6 luglio 2018

8,30-9,00 Registrazione  dei  partecipanti 

9,00-9,15

Apertura del convegno e saluto delle autorità 
Mariapia Garavaglia

Presidente Istituto Superiore di Studi Sanitari "G. Cannarella"


9,15-11,15

PRIMA SESSIONE

 

Il Distretto nella Regione Lazio: aspetti positivi e criticità
Rosario Mete, Presidente Card Lazio

La formazione come leva del cambiamento
Gianfranco Damiani, Professore Facoltà di Medicina e Chirurgia Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

Valerio Vergadoro, Direttore Fondazione Scuola di Sanità Pubblica e management delle aziende socio-sanitarie del Veneto

Esperienze formative e sostenibilità

L'esperienza formativa e di gestione integrata del diabete nella Regione Puglia
Vincenzo Gigantelli, Presidente CARD Puglia

Il valore della gestione territoriale del diabete tra formazione e sostenibilità
Francesco Saverio Mennini, Professore Economia Sanitaria, Università di Roma Tor Vergata



11,15-12,15 SECONDA SESSIONE
 

Il punto di vista delle Direzioni Aziendali
Mauro Goletti,
Direttore Sanitario Azienda Sanitaria Roma 1

La formazione degli operatori dei Distretti: esigenza indifferibile - proposta della Card Lazio
Elisa Gullino e altri operatori dell'Azienda Sanitaria Roma 3


11,45-13,15 TAVOLA ROTONDA
 

Il punto di vista dei Professionisti

Moderatore Augusto Panà, Vice Presidente Istituto Superiore di Studi Sanitari
“G. Cannarella”
Intervengono

Gianni Vicario, Direzione regionale Salute e Integrazione sociosanitaria Area Cure Primarie Dirigente Ufficio “Programmazione servizi territoriali e delle attività distrettuali e umanizzazione”, Regione Lazio

Antonio Magi, Specialista Ambulatoriale Radiologo presso la ASL RM A - Segretario generale specialisti ambulatoriali SUMAI (Invitato)

Pierluigi Bartoletti, Vice segretario nazionale vicario FIMMG (Invitato)

Enrico Di Rosa, Dipartimento di Prevenzione - U.O.C. Servizio Igiene e Sanità Pubblica (SISP) Asl Roma 1 (Invitato)

Rosario Mete, Presidente Card Lazio


13,15-13,45 Discussione finale   


Sponsor


CON IL SUPPORTO INCONDIZIONATO DI:                     

 

 

MEDIA PARTNER:

 

Crediti ECM attribuiti 4
Evento N. 5146-230767 (100 persone)

Accreditato per le seguenti professioni: Medico chirurgo; Farmacista; Psicologo;
Assistente sanitario; Fisioterapista; Infermiere; Educatore professionale; Tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro; Tecnico sanitario di radiologia medica; Tecnico della riabilitazione psichiatrica.

Verranno assegnati i crediti ECM fino al raggiungimento delle prime 100 iscrizioni pervenute. Sarà rispettato l’ordine cronologico di arrivo delle schede di iscrizione


ORGANIZZAZIONE:


KOS Comunicazione e Servizi s.r.l.
Via Vitaliano Brancati n. 44 - 00144 Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.koscomunicazione.it