Fondato nel 1969 a Pescara dal Prof. Giuseppe Cannarella (1922-2000) l’Istituto orientò la sua attività alle tematiche emergenti dei servizi socio sanitari promuovendo in Italia, con la collaborazione dell’OMS, convegni di studio e attività di formazione e aggiornamento per gli operatori dei servizi socio-sanitari.

L’intensa attività promossa dall’Istituto rese opportuno, con gli auspici del Ministero della Sanità, lo spostamento della sua sede principale a Roma e la nuova denominazione di “Istituto Superiore di Studi Sanitari”, più aderente alla sua vocazione di riferimento: la promozione della salute e la formazione e l’aggiornamento dei professionisti della sanità.

Con la diretta collaborazione del Ministero della Sanità l’Istituto istituì la “Scuola Superiore di Amministrazione Sanitaria”, corso biennale di studi, di fatto, il primo corso di formazione manageriale istituito in Italia per i dirigenti dei Servizi Sanitari divenendo una delle più affermate sedi di studio e aggiornamento sull’organizzazione e gestione dei Servizi Sanitari.

L’OMS conferisce all’Istituto, primo in Italia, la qualifica di Centro di Collaborazione per la Formazione del personale sanitario e per la Bioetica ed al Prof. Giuseppe Cannarella la nomina ad alto Consigliere dell’OMS.

Nel 1990 l’Istituto istituisce il primo “Master in Amministrazione Sanitaria”, corso di studio biennale ed accentua la sua vocazione all’internazionalità con la collaborazione con numerosi Centri di Studio e Università straniere. In particolare in Spagna, con l’Università di Alcalà di Henares (Madrid), dove verranno attivati corsi di Dottorato di ricerca, in Canada e in Messico. Nel 1992 verrà aperta una sede dell’Istituto a Madrid, presso l’Ospedale universitario Ramon y Cajal.

Nell’anno 2010 la famiglia decide di ricostituire l’Istituto Superiore di Studi Sanitari come Fondazione (in corso di riconoscimento) e Onlus intitolandolo al suo fondatore.

Comunicati

Convegno a Roma su Pdta e Costi Standard, strumenti di governance e di stimolo per migliorare la qualità e l’efficienza dei servizi sanitari - 4 novembre 2014

La complessità del nostro sistema sanitario favorisce la molta (forse troppa) variabilità nell'organizzazione e nell'erogazione delle cure, con un'insufficiente integrazione dei servizi, generando scarsi livelli di appropriatezza e sostenibilità. Soprattutto nel campo così ampio e diversificato della presa in carico dei malati cronici. Il Pdta (percorso diagnostico terapeutico assistenziale) potrebbe…

Leggi tutto

Ebola: militari Usa in quarantena nel vicentino "Le sconcertanti considerazioni di Zaia…" - 29 ottobre 2014

"È del tutto sconcertante la superficialità e la volgarità con cui il Governatore del Veneto, Luca Zaia, ha protestato ieri contro la permanenza nella base militare Usa di Vicenza di alcuni militari provenienti da zone dell'Africa a rischio Ebola". È quanto sottolinea Mariapia Garavaglia, Presidente dell'istituto superiore di studi sanitari…

Leggi tutto

Il Patto per la Sanità digitale - 16 settembre 2014

Piattaforma strategica per la realizzazione degli obiettivi di governante del Patto della Salute 2014/2016 «Il cuore del Patto per la Sanità digitale è quello di analizzare e proporre priorità, modelli organizzativi e realizzativi di riferimento, strumenti di finanziamento utili alla riorganizzazione della rete assistenziale del Servizio Sanitario, vista come una…

Leggi tutto

Il Patto per la Sanità digitale. Piattaforma strategica per la realizzazione degli obiettivi di governance del Patto della Salute 2014/2016

Roma 16 settembre 2014 – 9.30/13.00 Senato della Repubblica Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva Piazza della Minerva 38 Al Convegno, tra gli altri, Emilia Grazia De Biasi e Pierpaolo Vargiu, Presidenti delle Commissioni Sanità e Affari Sociali di Senato e Camera, Francesco Ripa…

Leggi tutto

21 luglio 2014, Veterinaria pubblica - PREOCCUPAZIONE E SOSTEGNO AL MINISTERO E ALLA VETERINARIA PUBBLICA

Le vicende di questi giorni che vedono coinvolto il Ministero della Salute e il Segretario generale Romano Marabelli nelle indagini sui vaccini per uso animale non possono non destare preoccupazione per un settore della sanità pubblica italiana che non ha eguali in Europa e forse nel mondo. In Italia il…

Leggi tutto

2 luglio 2014, Patto per la Salute - ECCO COSA NON DEVE MANCARE

Pediatria di famiglia, Cronicità e Innovazione tecnologica. Mariapia Garavaglia, Presidente dell'Istituto superiore di studi sanitari "G. Cannarella" di Roma ed ex ministro della Sanità nel Governo Ciampi, indica in questi tre elementi le assolute priorità che non dovrebbero mancare nel Patto per la Salute di cui al momento (sottolinea) non…

Leggi tutto

1 luglio 2014, Immigrazione: contro ogni vile strumentalizzazione politica - UN COMMISSARIO ANCHE PER L'ITALIA

"L'ennesima tragedia del mare sulle rotte clandestine dell'immigrazione grida ai cuori di molti. Ma non di tutti". Lo sottolinea Mariapia Garavaglia, Presidente dell'istituto superiore di studi sanitari "G. Cannarella" di Roma riferendosi alle vili strumentazioni che qualche esponente politico utilizza in maniera populistica e insensibile per gridare la propria opposizione…

Leggi tutto

12 giugno 2014, Invalidità e sostegno - PIENO SOSTEGNO ALLA CAMPAGNA PD

"Il nostro paese è un generatore di frustrazioni per persone disabili e un moltiplicatore di disperazione per le famiglie. A cominciare dalla via crucis che porta al riconoscimento della condizione invalidante. Carte, verbali, iter stressanti, soprattutto per i minori disabili: 4, 5 visite tra Asl ed Inps per il rilascio…

Leggi tutto

2 maggio 2014, Il 9 maggio comincerà il suo servizio sociale - Berlusconi e la cura delle persone affette da Alzheimer

Il prof. Marco Trabucchi, presidente dell'Associazione Italiana di Psicogeriatria e componente del Comitato scientifico dell'Istituto superiore di studi sanitari G. Cannarella, a proposito dei compiti che saranno affidati a Silvio Berlusconi durante il suo servizio sociale ha dichiarato quanto segue:"Sarà davvero utile a chi soffre il servizio che presterà l'ex…

Leggi tutto

25 marzo 2014, Tina Anselmi compie oggi 87 anni. Gli auguri di Mariapia Garavaglia - LE TRACCE INDELEBILI DI UNA POLITICA AL FEMMINILE

"Oggi Tina Anselmi compie 87 anni e a lei esprimo tutto il mio affetto e la stima dovuta a chi, nella vita e in politica, è stata per molti un esempio e una testimonianza di valore". Sono gli auguri di Mariapia Gravaglia, Presidente dell'istituto Superiore di Studi Sanitari "G. Cannarella"…

Leggi tutto

LA MEDICINA PER LE DONNE. LA DIFFERENZA DI GENERE NON AUMENTI LE DISEGUAGLIANZE

Da qualche tempo ci si dedica alla medicina di genere perché, non solo dal punto di vista anatomico e fisiologico, ma anche sociali e culturale le differenze uomo donna esigono risposte diverse nella prevenzione, cura e riabilitazione.Ogni volta che non c'è questa attenzione, si aggiunge alla differenza una ulteriore forma…

Leggi tutto

Verso la formazione del nuovo Governo - Bisogna distinguere tra "governance" e "gestione"

"Mentre risulta abbastanza evidente che il presidente del Consiglio incaricato non possa dettagliare nei minimi particolari il suo programma, molti hanno stato segnalato che, per quanto riguarda la sanità, i cenni sono minimi e ambigui.In effetti la Sanità e' crocevia di quelle riforme istituzionali ed economiche che stanno a cuore…

Leggi tutto

Gianni Borgna: Il cordoglio dell'ex Vicesindaco di Roma - Ironia, mitezza e profondità di pensiero

"Provo un grande dolore ed è una grande perdita per la cultura la scomparsa di Gianni Borgna". È il sentimento espresso da Mariapia Garavaglia (Presidente dell'Istituto superiore di studi sanitari) che fu Vicesindaco del Comune di Roma nella Giunta Veltroni. "Siamo stati compagni di banco, seduti fianco a fianco. Ne…

Leggi tutto

11 febbraio, Giornata mondiale del Malato - Mariapia Garavaglia: "SENZA PROGRAMMAZIONE IL SISTEMA SANITARIO CROLLERA"

"Oggi la Chiesa propone a tutti di pensare ai malati. La malattia, esperienza di tutta l'umanità, chiede alle coscienze di tutti che ci si prenda particolare cura del malato e non solo per la guarigione". Lo sottolinea Mariapia Gravaglia, Presidente dell'Istituto superiore di studi sanitari "G. Cannarella" secondo cui "la…

Leggi tutto

Il Patto per la Sanità digitale. Piattaforma strategica per la realizzazione degli obiettivi di governance del Patto della Salute 2014/2016

Roma 16 settembre 2014 – 9.30/13.00 
Senato della Repubblica 
Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva 
Piazza della Minerva 38 

Al Convegno, tra gli altri, Emilia Grazia De Biasi e Pierpaolo Vargiu, Presidenti delle Commissioni Sanità e Affari Sociali di Senato e Camera, Francesco Ripa di Meana e Angelo Lino del Favero, Presidenti di Fiaso e Federsanità Anci. Conclude Vito De Filippo, Sottosegretario di Stato alla Salute
Si terrà a Roma martedì prossimo (programma in allegato), l'incontro nazionale dedicato al Patto della Sanità digitale. Il Convegno, organizzato dall'Istituto Superiore di Studi Sanitari "Giuseppe Cannarella", in collaborazione con e-Sanit@, Management dell'e-Healthcare, e il Settimanale Panorama della Sanità, sarà occasione di un articolato approfondimento sulle prospettive aperte dal Patto della Sanità digitale, previsto nel Patto della Salute 2014/2016.
"Il cuore del Patto per la Sanità digitale – afferma la Sen. Mariapia Garavaglia, Presidente dell'Istituto Superiore di Studi Sanitari "Giuseppe Cannarella" - è quello di analizzare e proporre priorità, modelli organizzativi e realizzativi di riferimento, strumenti di finanziamento utili alla riorganizzazione della rete assistenziale del Servizio Sanitario, vista come una priorità non soltanto per le Regioni, che sono coinvolte in un piano di rientro finanziario, ma più in generale per tutte le amministrazioni che devono conciliare la crescente domanda di salute con i vincoli di bilancio esistenti. Nel contesto attuale – prosegue Garavaglia - che vede la chiusura di presidi sanitari, la loro trasformazione, il potenziamento delle cure primarie e l'articolazione della rete ospedaliera in Hub&Spoke, l'innovazione digitale si presenta come strumento strategico per il potenziamento dell'intero sistema di governance per la Sanità, concorrendo all'adozione di modelli assistenziali più avanzati, più conformi alle esigenze di cura e tutela, e coerenti con la complessiva razionalizzazione e riduzione dei costi del SSN prevista dal Patto della Salute 2014/2016, coniugando sostenibilità e difesa dei principi fondamentali del welfare".
La spesa complessiva per la digitalizzazione della Sanità italiana nel 2013 si è ridotta del 5%, dopo il calo già registrato lo scorso anno, con un valorestimato di 1,17 miliardi di euro, che rappresenta l'1,1% della spesa sanitaria pubblica, pari a 19,72 euro per abitante. Una sua implementazione, oltre a snellire e inaugurare nuovi modelli organizzativi per il SSN e fare da volano al Sistema Paese, prefigura un risparmio di cassa per oltre 7 miliardi di euro in tre anni.